Già, proprio così,
ormai sono circa due settimane
che sono persa nella trappola della gelosia...
...di chi? Ma della peste treenne, della mia primogenita
principessa nell'anima, ma camionista nei modi,
della prima figlia, prima nipote, prima fra le prime
che vede ora insidiato il suo posto
dal puffetto cicciotto che comincia a crescere.

Eh sì, Sofia stà scatenando ora una lotta
intestina nei miei confronti, è dispettosa,
capricciosa, le prova tutte per darmi sui nervi...
....e quanto sono bravi i bambini in questo!!
Ha persino ammesso con il papà che
è arrabbiata con Amedeo.
Perchè proprio ora?
Perchè Amedeo comincia a rotolare,
strisciare, a parlottare,
insomma cresce, è più attivo,
cerca l'interazione con noi tutti,
e noi tutti gli diamo più attenzioni.
Ovvero, la principessa si è resa conto
che il puffetto non è solo
un cosetto che mangia e dorme,
ma è un esserino che ha,
come lei, l'affetto di mamma e papà.
E in questo pensava di essere l'unica e la sola.
Quindi le escogita tutte pur di
avere attenzioni solo per lei,
compreso combinare un bel tot di guai.




Ed io, oggetto di tale rappresaglia, che faccio?
Porto pazienza, cerco di darle più
attenzioni, affetto, passo del tempo
solo con lei, insomma ci provo.
Probabilmente faccio anche
un sacco di errori.
Ma tant'è, non te lo danno mica
un manuale quando il pargolo viene
al mondo. Ti arrangi e impari anche
dai tuoi errori.
Quindi sopporto stoicamente
l'assedio (anche se si è verificato pure
un crollo emotivo con tanto di lacrimuccia),
e spero finisca
presto, come ogni fase della
crescita.

Sinceramente, onestamente,
una mamma senza peli sulla lingua,
che non si vergogna a parlare
anche dei momenti "no".

 
Top